Something about MI

Menu & Search

Volunteers, fund raising and calories

Sono le 3 pm, quando, appena finito un brunch e dirette verso Central Park, ci imbattiamo in due stoici volontari democratici sotto il sole.

Stanno facendo fund raising sulla 86th and Lexigton. Ci fermiamo a chiedere informazioni sulla campagna e ad osservare il loro metodo di procedere, ogni persona parla con loro circa 5 minuti.

Avvicinano con il sorriso i passanti, tshirt d’ordinanza, e prima di chiedere una sottoscrizione per Obama danno ai contribuenti tutte le informazioni sul programma, i temi, il partito, quindi insieme alla sottoscrizione raccolgono i dati e la volonta’ di partecipare attivamente alla campagna.

Mi spiega Brian, il volontario: “Noi abbiamo delle task force negli stati in cui siamo piu’ forti, come questo, che ci servono a finanziare l’apertura di nuove sedi democratiche negli swing states. Chi fa un’offerta adesso, che siamo solo in agosto, e’ molto probabile che offra ancora denaro altre due o tre volte prima delle elezioni e che contribuisca attivamente alla campagna, perche’ coinvolto per tempo. Un contribuente puo’ arrivare ad offrire circa 500 $.”

Brian e’ prepratissimo, gli chiedo un contatto per l’ufficio dei Democrats a NYC e mi da’ subito un numero di cellulare da contattare per organizzare la mia visita. E’ un professionista.

Penso tristemente alle nostra campagne di fund raising, ai gadget banali che ho visto nel tempo, alle primarie in cui non sono stati nemmeno raccolti i riferimenti dei contribuenti, ai gazebo con persone volontarie ma non organizzate, volenterose ma non efficaci. Penso a che esiti avrebbero potuto avere le elezioni con una seria strategia come questa. Penso alle cene di sottoscrizione dove vai senza troppa convinzione perche’ sono tutte uguali.

Penso a quanto avremmo da mettere in pratica nella nostra politica.

Brian mi chiede: “Funziona cosi’ anche da voi?” sorrido e mi allontano.

Organizzazione, una parola che il mio ottimo boss usa spesso, quanto la usa la politica italiana?

Piccola nota: tutti gli starbucks ora hanno le calorie dei loro cibi, e automaticamente non si puo’ angiare piu’ nulla. Non si puo’ accettare di mangiare una fetta di ciambellone da 500 calorie. Anche questa e’ organizzazione.

Maura Satta Flores

Napoletana del 1980, anche se Roma è la mia città sin da piccola ed apprezzo Milano. Mi occupo di relazioni pubbliche, al momento ho la responsabilità delle Relazioni Istituzionali di Vodafone Italia e sono nel board di veDrò, network che seguo con interesse ed entusiasmo da molti anni e di cui sono stata vice-presidente.

Post correllati

Buon 2011

Uso comune è augurarsi che l’anno che verrà sia comunque…

Medicaid

Ieri Barack Obama, con il solito coraggio, ha invitato il…

Il caso di Alessandro e Maria (il ricordo di un amore)

Mi chiedo se Gaber immaginasse che la sua opera “Il…

10 Discussion to this post

  1. Pablo scrive:

    Mi piace quello che stai facendo, un diario vero, on the road. Non la retorica che troppo spesso caratterizza il democratico italian-style. Anche io amo gli USA, il loro senso della democrazia conquistata, voluta e tutelata in ogni modo. Americani significa veramente world citizen, cento culture diverse ma TUTTI americani. Come siamo lontani…ma non bisogna mollare, mai. Go on…and good luck!

  2. maurasattaflores scrive:

    Grazie mille Pablo, stoi provando a guardare le cose senza pregiudizi o filtri, dicendo quello che mi piace e quello che condivido!
    E degli Stetes condivido soprattutto quello che dici tu, le cento culture ma l’unica appartenenza!
    Un saluto!

  3. ludik scrive:

    Ciao Maura! Seguo attentamente il tuo diario americano, essendo anche io a caccia di buoni consigli per la mia prima trasferta negli states…
    a presto, Luca

  4. mi scrive:

    ciao ludik!
    Beh visto il tup cedimento nella tua maratona….ti devi assolutamente buttare su quella elettorale!

  5. Sunny scrive:

    That’s really shredw! Good to see the logic set out so well.

  6. I should have found this article much sooner. Other articles on this topic had me so confused. Thank you for making clear and valid points that I can easily understand.

  7. Hiya! awesome blog! I happen to be a day-to-day visitor to your internet site (somewhat much more like addict ) of this web site. Just wanted to say I appreciate your blogs and am searching forward for much more to come!

  8. http://www./ scrive:

    (excuse me for intruding on a private conversation).What I’ve gleaned from (Master of the Universe), Kevin (his hair is perfect) Drum, is that there is no apparent value to anything an un-liberal might propose.Both sides have good points, regardless of Europe’s experiences or the GHWB’s 1990 Clean Air Act!

  9. http://www./ scrive:

    Hi-this comment is concerning the Rapunzel dress. I work in a Wal-mart in Oklahoma, and they have that exact dress at my store for $20. In fact, they have a huge amount of Rapunzel merchandise, and dresses for all the other Disney princesses too. It’s on a display near the Toy department. All Wal-marts are generally similar, so it will probably be in the same location at your store.-Kris

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cerca