Something about MI

Menu & Search

Il crollo del muro

Ognuno ha fatto cadere i suoi di muri. E devo dire che la metafora è agile e rende bene. E quindi abbiamo preso spunto anche noi.

Abbiamo scelto di creare una suggestione per la rete, che di fatto è il simbolo di assenza dei muri. E cosa ci può essere al di là del muro, se non spazi immensi, orizzonti ampi, non il farwest che descrivono i più timorosi, ma un Eldorado che costruiremo noi.

Chi produce contenuti, chi li elabora e li analizza, chi li comunica e li spiega agli altri. Noi insieme, esperti e non, troveremo un obiettivo comune per rendere la rete uno strumento libero ed accessibile come l’elettricità, come l’acqua, come qualsiasi bene primario.

Ieri abbiamo discusso, anche animatamente, ad un barcamp ospitato da Farefuturo e Reti, Navigare oltre il muro – nuovi riferimenti culturali nell’era del web. E penso che sia un piccolo mattone tirato giù.

Maura Satta Flores

Napoletana del 1980, anche se Roma è la mia città sin da piccola ed apprezzo Milano. Mi occupo di relazioni pubbliche, al momento ho la responsabilità delle Relazioni Istituzionali di Vodafone Italia e sono nel board di veDrò, network che seguo con interesse ed entusiasmo da molti anni e di cui sono stata vice-presidente.

Post correllati

Vodafone Angel – stop stalking

Ieri presentazione di “Vodafone Angel: Stop Stalking” Fondazione Bellisario e…

TedX Dubai

L’articolo su Wired.it che ho scritto al ritorno dalla trasferta…

Infrastrutture

Il 5 luglio è previsto un convegno I-Com sulle concessioni…

Commenta questo post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Cerca